AFFIDATI ALLA NOSTRA ESPERIENZA!

Manutenzione ordinaria e chiusura della vostra piscina

La piscina diventa sempre di più l’oggetto del desiderio di tutti coloro i quali posseggono un giardino.
Una corretta manutenzione della piscina, nel tempo ci permetterà di godercela senza contrattempi durante l’estate.
Cosa si intende per manutenzione ordinaria? 

Per manutenzione ordinaria di una piscina si intendono le attività di:

  • Pulizia della superficie dell’acqua, del bordo vasca, del fondo e delle pareti. Attraverso un sistema di aspirazione manuale o automatico
  • Pulizia del cestello degli skimmer, o della griglia a sfioro, affinché non si intasino impedendo il flusso dell’acqua;
  • La pulizia del prefiltro e del filtro, per evitare che la sporcizia infici l’azione di depurazione;
  • Il trattamento dell’acqua, in particolare il controllo del ph che deve essere neutro (tra 7.2 e 7.6) e quello del cloro libero per la disinfezione.  (tra 0.6 a 1.0 mg/l ppm);
  • reintegro giornaliero dell’acqua (causato dall’ evaporazione, dai controlavaggi, dal numero di bagnanti in piscina ecc.) (pari al 5% del volume piscina);
  • Corretto numero di ore per la filtrazione dell’acqua

Ogni quanto vanno fatte?

Le operazioni di manutenzione ordinaria vengono normalmente svolte in base alle condizioni climatiche e allo sfruttamento della vasca. Durante i mesi di utilizzo della piscinaè consigliabile eseguire le attività di pulizia e controllo quotidianamente, per garantire l’igiene dell’ambiente e dell’acqua. Un impegno accettabile se si tratta di mantenere la tua piscina in uno stato di buona igiene e sicurezza. Tale impegno potrebbe essere facilitato con l’installazione di un impianto automatico che gestisce Cloro e Ph (gli interventi si potrebbero prolungare anche di 3-4 giorni)

N.B. La percentuale di prodotto da utilizzare per stabilizzare il valore del Ph o del Cloro in piscina varia a seconda dei prodotti utilizzati (marchi), perché non tutti hanno le stesse concentrazioni chimiche, quindi leggere e usare le dosi riportate dietro ogni confezione.

 

Cosa fare alla chiusura di fine stagione?

  • procedere ad un energico controlavaggio dei filtri
  • con il filtro in funzione aggiungere attraverso gli skimmers 20 gr. per metro cubo di cloro e 10 gr. per metro cubo di prodotto alghicida;
  • controllare che il pH sia regolato tra 7,2 e 7,4;
  • alzare il livello dell’acqua fino al punto massimo di sfioro;
  • chiudere ermeticamente tutte le saracinesche ungendo con vaselina i mandrini delle stesse;
  • svuotare il filtro dell’acqua contenuta svitando il tappo di scarico;
  • togliere il cestello del prefiltro e aprire gli scarichi che si trovano sotto il prefiltro;
  • togliere il coperchio delle valvole a sei vie;
  • proteggere adeguatamente le parti elettriche dell’impianto coprendole con feltro o telo plastico;
  • stendere sulla piscina la copertura invernale.